Blog‎ > ‎

Anatomia al femminile - Lunedì 11 Febbraio

pubblicato 07 feb 2013, 02:20 da Borgo Etico Cooperativa
La dottoressa Caterina Arcanà, medico ginecologo specializzata in approcci biologici e naturali, propone a Borgo Etico il prossimo Lunedì 11 Febbraio, ore 20:30 Sala Terra, una conferenza molto interessante soprattutto per il gentil sesso, dal titolo: 

ANATOMIA AL FEMMINILE
Domande e risposte sulla ginecologia, per avere indicazioni naturali ai problemi più comuni della donna.
Lunedì 11 Febbraio - Ore 20:30 - Sala Terra di Borgo Etico


Una serata dedicata alle donne dove si dialogherà su temi inerenti alla femminilità ed alle problematiche di pertinenza ginecologica,  attraverso una visione naturale e globale della persona, con l'intento di favorire lo conoscenza della materia e la conoscenza di sè.

Dott.ssa Arcanà Caterina, laureata in Medicina e Chirurgia, specializzata in Ginecologia e Ostetricia,in Sessuologia, Psicoterapia, Omeopatia Classica.

"Amo il mio lavoro, amo lavorare con le donne, con il femminile da tutti i punti di vista in tutti i suoi aspetti per questo ho studiato queste specializzazioni, la donna non è solo un corpo da controllare, visionare e mettere appunto, ma un individuo unico, ognuna con la sua storia e con il suo modo di raccontarsi, non mi piace essere rigida anzi il contrario amo il lavoro al femminile, morbido, dinamico, mutevole e in continua evoluzione, non credo che ci siano terapie buone o uguali per tutte ma terapie di cui si necessita in quel preciso momento in quella situazione che si è venuta a creare, irripetibile, per cui ogni donna avrà la sua terapia adatta al momento che sta vivendo, anche allopatica se necessaria e se lei la vuole, perché prima di tutto é importanza l'alleanza terapeutica, ovvero capire insieme dove si è e dove si vuole andare . Per me è importante lasciar parlare, ascoltare e cercare di comprendere insieme alla donna perchè si é ammalata in quel momento della sua vita e aiutarla a guarire nei tempi unici per ogni donna, sentendola anche più volte dopo la prima visita per creare e portare a termine accompagnandola sino alla risoluzione. Essere donne è meraviglioso, ma noi spesso non lo sappiamo e viviamo con dolore e sofferenza la nostra condizione." 

Caterina Arcanà.


Comments