La Cooperativa‎ > ‎

Il Nostro Progetto

La Società Cooperativa “Borgo Etico” vuole rappresentare un’importante punto di riferimento nella provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna ed a livello nazionale, applicando, promuovendo e installando, tecnologie, strumenti e processi con l'obiettivo di declinare in maniera efficace quella che viene comunemente indicata come “Green Economy”, con particolare riferimento al settore della produzione alimentare. 

Borgo Etico si occuperà di tutte le attività di consulenza professionale per l’ideazione, startup, progettazione e gestione di negozi, punti vendita, supermercati, punti di distribuzione, magazzini, spazi vendita del settore alimentare, incorporando tutte le tecnologie da noi sperimentate/collaudate/certificate/brevettate, tramite l'applicazione della metodologia da noi promossa e sviluppata nel tempo.

La cooperativa opera per l’ideazione, la progettazione, l’organizzazione, la gestione e la promozione dei servizi/tecnologie accessorie e complementari alla vendita delle produzioni alimentari. La “mission” di Borgo Etico è infatti servire le imprese di ogni dimensione ed i consorzi di filiera, interpretandone la domanda di innovazione e la necessità di realizzare progetti di ricerca e sviluppo, allo scopo di aumentare l'accessibilità ai propri servizi e migliorare complessivamente le performance e la competitività dell'agro-industria nel breve e medio termine. 

Borgo Etico mette in connessione l'industria, la ricerca, le istituzioni, le università e tutte le risorse idonee del territorio che possono operare a supporto dell'innovazione e della competitività dell’industria agro-alimentare, creando sinergie fra loro.

Le aziende del settore agro-alimentare che si avvalgono dei nostri servizi: 
  1. Verranno coinvolte in un percorso continuativo di sperimentazione di tecnologie/servizi innovativi in cooperazione con le aziende fornitrici operanti nel loro territorio, ispirandosi alla metodologia denominata "Kaizen" (miglioramento continuo)
  2. Potranno contare su un progresso verificabile della qualità dei servizi e dei processi, tramite l'adozione di certificazioni e sistemi di gestione ambientale riconosciuti in ambito comunitario, ottenendo al contempo un risparmio immediato sia in termini di efficienza economica che di riduzione degli impatti ambientali (impiego della metodologia LCA di prodotto e di processo, riduzione misurabile delle emissioni di CO2, ecc.) 
  3. Garantiranno maggiori possibilità di introiti economici e incrementeranno la credibilità/reputazione delle aziende stesse. 

    La vision della strategia Kaizen è quella del rinnovamento a piccoli passi, da farsi giorno dopo giorno, con continuità, in radicale contrapposizione con concetti quali innovazione, rivoluzione e conflittualità di matrice squisitamente occidentale. La base del rinnovamento è quella di incoraggiare ogni persona ad apportare ogni giorno piccoli cambiamenti il cui effetto complessivo diventa un processo di selezione e miglioramento dell’intera Organizzazione.
Il nome Borgo Etico dato al progetto si ispira proprio all’antica tradizione dei borghi nelle città, luoghi rispettosi delle persone, delle tradizioni e tecnologie produttive. Per questo motivo, oltre alla creazione di un Laboratorio di Innovazione Agro-alimentare nel quale poter sperimentare tecnologie e prodotti alimentari, si offriranno anche servizi di comunicazione e promozione tali da collocare nel mercato globale, in una posizione di eccellenza, le aziende coinvolte attraverso campagne di “Green-Marketing” dedicate e mirate. Intendiamo segnalare le pratiche più virtuose e diffonderne l'utilizzo nel territorio. 

I cibi tradizionali hanno già assunto nuove forme, non solo in termini di confezionamento e servizio, ma anche negli standard qualitativi, di sicurezza e nelle proprietà nutrizionali; ma la sfida è far sì che i prodotti del futuro, insieme a cambiamenti significativi nella dieta e negli stili di vita, possano avere un impatto positivo sulla salute pubblica e sulla qualità generale della vita, facendo leva anche sugli aspetti immateriali del cibo, come la consapevolezza sui processi di produzione a basso impatto ambientale (biologico) e la creazione di reti solidali fra produttori e consumatori, richiamando in questo l'esperienza dei gruppi di acquisto solidale (GAS).

Attenzione particolare sarà rivolta all’ambiente e all’efficienza energetica delle diverse filiere agroalimentari. In maniera sostanziale, la connotazione delle innovazioni proposte nell’ambito del “Laboratorio di Innovazione Agro-alimentare” deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
  • Applicabilità ad ampio spettro, con impatto diretto sull’intera filiera, e più significativamente sui prodotti finiti; 
  • Eco-sostenibilità delle tecnologie e metodiche proposte; 
  • Miglioramento salutistico (da prodotto alimentare ad alimento funzionale) e di durata dei prodotti finiti; 
  • Rispetto dell’etica produttiva anche in sistemi intensivi di produzione (colture ed allevamento); 
  • Attenzione agli aspetti concatenati: “qualità materia prima → salute consumatore finale” e così
    anche “benessere animale → benessere consumatore finale”; 
  • Tracciabilità, fortemente interconnessa con la percezione di sicurezza del prodotto alimentare. 
Alla base del progetto imprenditoriale Borgo Etico c’è, infatti, una convinzione: solo una ricerca orientata strategicamente sulla scienza della nutrizione e sulle tecnologie alimentari connesse potrà condurre all’applicabilità di nuove tecnologie a minor impatto ambientale e, quindi, ad un vantaggio economico e competitivo per la collettività e le nostre imprese nel mondo.
Comments